I sabotaggi Maya non fermeranno la musica

In questi mesi qualcuno si è preoccupato. Ammetto, e me ne scuso, che non ci si comporta così: mesi senza sapere quello che fosse lo sviluppo dei progetti iniziati, e amici che dovevano telefonarmi per avere informazioni in merito alle nuove canzoni.

I più tragici avranno anche pensato che dopo il nostro apocalittico saluto di Natale – dove si citava l’imminente completamento del calendario Maya – qualcuno avesse pensato, sentendosi chiamato in causa, di alleviarci l’attesa; o rapendoci, facendoci risvegliare in pianeti sconosciuti, o provando a sabotare le nostre tastiere.

Così per fortuna non è stato, dato che anzi questi ultimi mesi sono stati all’insegna del lavoro in studio, per cercare di completare nel migliore dei modi il lavoro iniziato.

Da fare c’è stato tanto, e il tempo e le risorse sono sinceramente poche, dato che per fare un buon prodotto di qualità serve – come ogni cosa – molto tempo da dedicare e le giuste attrezzature.

La carica però non mancava e, anche se spesso ha dovuto sopperire ad eventuali mancanze, quello che conta è che oggi abbiamo tra le mani un prodotto molto soddisfacente, che non vediamo l’ora di mostrare.

Finalmente l’attesa è finita, e, salvo risolvere alcuni problemi di natura burocratica, l’album è in procinto di uscire. Insieme vi terremo aggiornati su questo blog, finalmente dotato di dominio e delle maggiori possibilità di cui avevamo bisogno.

Per chi non ci conoscesse, o per chi semplicemente volesse fare un ripassino, è presente un collegamento diretto al video di “Tu sei per me”, primo estratto dell’album, che presto sarà accompagnato da un fratellino.

L’appuntamento è dunque a questo indirizzo.

Tra pochi giorni solleveremo il tendone.

Annunci