Le sfumature di questa estate che volge al termine

La realtà è che tutti si aspettavano un sensibile abbassamento delle temperature, ma pochi si immaginavano di dover già ricercare le giacche, infilate in qualche angolo dell’armadio, sotterrate da oramai inutili costumi. L’estate è finita. Forse tornerà, ma sta di fatto che io non sono Giugliacci e questo blog di tutto vuole parlare tranne che di meteo.

Oddio, si potrebbe parlare delle scie chimiche – argomento sempre più interessante e diffuso all’interno di blog ambientalisti – ma la scelta di oggi è quella di affrontare un aspetto dell’unica cosa che da secoli interessa l’uomo – e forse anche di più la donna – ossia il sesso.

L’intenzione non è quella di fare recensioni di qualche film porno in uscita, e neanche quella di riportare i dialoghi di florenti bellocci che si pavoneggiano, in palestra, su come hanno tolto gli ultimi centimetri di costume alle tante bagnine che fanno aumentare la temperatura agli anziani. Che poi, ci avete mai fatto caso che le persone che si sentono male d’estate sono sempre in luoghi di villeggiatura? Sarà un caso?!?

Continua a leggere Le sfumature di questa estate che volge al termine

Annunci

I sabotaggi Maya non fermeranno la musica

In questi mesi qualcuno si è preoccupato. Ammetto, e me ne scuso, che non ci si comporta così: mesi senza sapere quello che fosse lo sviluppo dei progetti iniziati, e amici che dovevano telefonarmi per avere informazioni in merito alle nuove canzoni.

I più tragici avranno anche pensato che dopo il nostro apocalittico saluto di Natale – dove si citava l’imminente completamento del calendario Maya – qualcuno avesse pensato, sentendosi chiamato in causa, di alleviarci l’attesa; o rapendoci, facendoci risvegliare in pianeti sconosciuti, o provando a sabotare le nostre tastiere.

Così per fortuna non è stato, dato che anzi questi ultimi mesi sono stati all’insegna del lavoro in studio, per cercare di completare nel migliore dei modi il lavoro iniziato.

Continua a leggere I sabotaggi Maya non fermeranno la musica

L’entusiasmo del primo giorno di scuola

Per fortuna l’arrivo di Beatrice ha leggermente migliorato il torrido clima dei giorni passati. Solamente quel leggero e frizzantino venticello di questa mattina poteva riuscire a portare via, almeno per un po’, quel malinconico ricordo delle vicine giornate passate in spiaggia.

Con oggi, un po’ per tutti – chi prima e chi dopo – è ricominciata quella che rappresenterà la stagione 2012 – 2013 della nostra vita, che, come ogni anno, non può che partire all’insegna dei migliori propositi.

Alle facce sconsolate degli studenti che devono riaprire i libri, o dei professionisti che devono riposizionare la sveglia la domenica sera, l’unica magra consolazione è data da quel velo di leggera novità che aleggia in ogni ufficio. Intendiamoci, sicuramente tra pochi giorni si ricomincerà a lamentarsi del proprio capo, delle eccessive, e magari scorrette, competitività dei propri colleghi, o dell’ingiustizia nel vedersi assegnare i voti, ma almeno per oggi, ci piace fare i migliori progetti a proposito dei mesi che verranno. A sentire i nostri pensieri, quest’anno il PIL italiano esploderà, perderemo quei chili messi su negli ultimi mesi, e anche quell’amica, particolarmente sexy, a guardarla oggi sembra più abbordabile, dato che tra poche settimane saremo più affascinanti, vestiti meglio e anche con più capelli.

Continua a leggere L’entusiasmo del primo giorno di scuola

Il Natale quando arriva arriva…

Mi sembra solo ieri di aver messo via la tuta da sci, accantonato le ultime speranze di giocare a carte con gli amici davanti al camino, consolandomi all’idea di poter finalmente ricominciare ad indossare indumenti sempre più leggeri.

E invece siamo ancora qui. I tg fanno vedere le prime spruzzate di neve in montagna, il mio Mac riflette le luci di quell’albero di Natale che mia madre adora fare ogni anno, e le cui palline – tra le quali quelle disegnate all’asilo dalla mano acerba di mio fratello – mi fanno pensare a questi anni, a come il tempo sia volato in un attimo.

Siamo qui, pronti come non mai, dato l’anno trascorso, a stringerci con i propri cari, sperando di svagarci e ricaricare quelle pile che saranno fondamentali per affrontare quello che si prospetta essere uno degli anni più impegnativi degli ultimi tempi.

Continua a leggere Il Natale quando arriva arriva…